Blog

Home / Blog / Marketing Automation  / Marketing Automation e email marketing: particolarità e differenze

Marketing Automation e email marketing: particolarità e differenze

Sul web, ma anche tra gli addetti ai lavori, c’è ancora poca chiarezza su cosa significhi fare marketing automation e email marketing. Una cosa comunque deve essere chiara sin da subito: email marketing non è marketing automation e viceversa!

Da qui l’esigenza di chiarire le differenze sostanziali di queste due piattaforme, veri e propri mondi paralleli destinati ad incontrarsi… o forse no!

 

La differenza tra Marketing Automation e email marketing 

Partiamo subito col dire che marketing automation e email marketing conoscono particolarità ma soprattutto differenze, prima fra tutte le opportunità e i canali per stimolare il prospect. Rispetto all’email marketing, la marketing automation consente di:

 

1.presidiare il buyer’s journey e i propri touchpoint implementando molteplici attività;

2.adattare le azioni di marketing in base ai visitatori e ai contatti;

3.creare per ognuno una comunicazione e un percorso più integrato e personalizzato.

Tutto ciò significa adattare e personalizzare la comunicazione e il marketing sulla base della tipologia dei prospect.

 

 

 

Vale a dire:

1.i visitatori (non identificati), cioè contatti non presenti nel database.

Costituiscono il cosìddetto traffico non controllato. Solitamente provengono dalla SEO, dai social o dai referral in genere: si parla di traffico organico.

2.i visitatori (non identificati). Costituiscono il traffico controllato ed è generato da ADS e sponsorizzate.

3.i contatti identificati, cioè lead presenti nel database, il cosiddetto traffico di proprietà con cui si comunica e ci si può relazionare quando e quanto si desidera.

Questi 3 aspetti rappresentano la base di partenza necessaria a fare la differenza fra le due piattaforme.

E l’email marketing? Cosa ci consente di fare?

Sicuramente mantenere una relazione con i contatti presenti nel database grazie al canale delle email e degli SMS.

La domanda sorgerebbe spontanea a questo punto: perché non utilizzare senza dubbio alcuno la marketing automation visti i numerosi vantaggi che offre rispetto all’email marketing?

Cerchiamo di dare una risposta esaustiva alla domanda andando più nello specifico e analizzando quindi le potenzialità della marketing automation.

Marketing automation: perchè sceglierla

Secondo una ricerca dell’osservatorio Marketing Automation effettuata nel 2019, emerge una notevole confusione tra email marketing e sistemi di Marketing automation che incide anche sulla decisione di avere o meno una piattaforma di automazione.

Sempre dalla ricerca dell’osservatorio emerge infatti la mancanza di una cultura strategica integrata su questi argomenti così come la carenza di risorse dedicate. Questi i punti che si confermano i maggiori ostacoli per le aziende che non hanno ancora pensato di investire sulla marketing automation (il budget è la terza ragione).

Incredibile come questo dato faccia riflettere su quanta poca sana informazione ci sia! Eppure basterebbe cercare di orientare la comunicazione proprio lavorando al superamento degli ostacoli per poter quindi progredire! Detta così sembra un gioco da ragazzi, in realtà l’argomento è molto più complesso di come appare: la creazione di una cultura strategica integrata è solo la punta dell’iceberg di un mondo sommerso da portare alla luce.

 

Vantaggi della marketing automation

Nonostante ciò, i vantaggi della marketing automation sono tangibili per tutte quelle aziende che già la utilizzano ( 34%, fonte: studio osservatorio marketing automation 2019) e che confermano:

1.una maggiore personalizzazione dei messaggi di marketing rivolti al target di riferimento;

2.l’influenza del comportamento dei visitatori al sito;

3.analisi più dettagliata di tutte le azioni di mkt.

 

 

Marketing automation e email marketing a confronto: differenze di approccio, efficienza ed efficacia

Le evidenze da parte dell’osservatorio fanno trapelare dati interessanti da tenere d’occhio perché gli stessi dati, se ben interpretati, potranno servire da apripista al fine di intraprendere LA strada, quella giusta, quella che punti al risultato senza mai tralasciare la relazione con il cliente, che è e deve rimanere il core per ogni azienda.

Questa premessa per dire che non esistono vantaggi per la marketing automation senza le differenze che, chi lavora nel marketing in particolare, è portato a fare con l’email marketing.

Di seguito ve ne proponiamo cinque, le stesse che ogni azienda dovrebbe considerare per scegliere la soluzione che più corrisponde al raggiungimento dei propri obiettivi:

Marketing automation e email marketing: puzzle1.Immaginiamo le tessere di un puzzle: ognuna è unica e tutte sono fondamentali per riuscire a comporlo. L’email marketing si presenta proprio come una tessera del puzzle mentre la marketing automation è il puzzle, capace di fornire il quadro completo e in tempo reale del percorso che compie il contatto prima di arrivare alla fase decisionale.

Marketing automation e email marketing: persone

 

2.Tecnologia, processi ma soprattutto persone. I clienti amano sentirsi pionieri dell’innovazione, precursori rispetto ai concorrenti ma soprattutto amano sentirsi unici! A differenza dell’email marketing, la marketing automation permette di creare campagne puntuali rendendo personale la comunicazione fra azienda e cliente, a vantaggio della customer experience ossia dell’esperienza di acquisto che il cliente compie quando decide di scegliere noi.

 

 

Marketing automation e email marketing: video

 

3.Foto o video? Le foto si sa rappresentano il nostro specchio dei ricordi che rimarranno indelebili per la vita ma … i frame in sequenza che un video riproduce rimangono qualcosa di mai replicabile e nello stesso tanto emozionante. Ecco l’email marketing si potrebbe paragonare al singolo momento che la foto è in grado di restituire. La marketing automation, invece, rappresenta proprio l’insieme dei momenti che il contatto vive e dei quali si arricchisce lungo il percorso che decide di intraprendere, registrando emozioni e sensazioni ossia il comportamento durante tutta la customer journey.

 

Dati

 

4.Ipotesi o dati? Questo è il dilemma! In realtà si risolve facilmente perché indiscutibilmente i dati alla mano spazzano via ogni dubbio: la marketing automation è capace di fornire un approccio data driven, orientato al miglioramento della redditività di qualunque canale di vendita utilizzato e quindi al risultato finale. Il tutto in un clima di dubbio per l’email marketing dove invece il solo clic al link all’interno dell’email non verifica l’acquisto grazie a quella singola email in quanto esistono diversi touchpoint (e non solo digitali!).

 

Intelligenza Artificiale

 

5.Last but not least, la marketing automation si nutre di AI che utilizza per coordinare, gestire, ottimizzare le azioni in base all’analisi comportamentale del cliente. In poche parole riesce a tracciare ogni singolo contatto permettendo l’invio automatico di comunicazioni personalizzate in sequenza.

 

 

Questo ha dell’incredibile se si pensa che vi è un minor dispendio di energia, costi a lungo termine e un ritorno sugli investimenti consistente. Sapevamo che prima o poi qualcosa sarebbe cambiato, che la tecnologia avrebbe portato innovazione. Oggi tutto questo è una realtà, resa possibile però sempre e solo grazie all’integrazione sempre più massiccia dell’uomo e dei suoi bisogni concreti.

Con questo non vogliamo di certo concludere definendo quale sia in assoluto la soluzione migliore tra marketing automation e email marketing. Il nostro consiglio, piuttosto, è quello di contestualizzarne sempre l’uso in base al modello di business, i prodotti/servizi che l’azienda offre oltre al budget disponibile: per le sue performance, un prodotto di marketing automation ha un costo maggiore rispetto all’utilizzo dell’email marketing.

 

Le keywords del successo di un'azienda

Il motivo è semplice: la precisione delle sue azioni porta inevitabilmente ai risultati sperati in un tempo certamente minore che, nel medio lungo periodo, ripaga dell’investimento! Inoltre, c’è da dire che l’innovazione e il suo essere facilmente plasmabile sulla cultura aziendale e sui bisogni delle aziende che decidono di intraprendere questo tipo di percorso, rende i clienti che usufruiscono dell’automazione precursori rispetto ai concorrenti e quindi capaci di penetrare il mercato stando sempre al passo del cambiamento e raggiungendo sempre la meta prefissata.

Questo e molto altro è il mondo della marketing automation oggi.

Per chi volesse approfondire l’argomento, concentrandosi principalmente sull’importanza della relazione con il cliente, la pagina dedicata alla gestione delle relazioni grazie al CRM e alla marketing automation potrà dare le risposte ad ogni dubbio!

No Comments
Post a Comment