Blog

Home / Blog / Analytics  / Cosa sono gli Analytics: storia, evoluzione e prospettive future
cosa sono gli analytics

Cosa sono gli Analytics: storia, evoluzione e prospettive future

Tutto ciò che non è misurabile, non è migliorabile. Un mantra vero e proprio per il business moderno e in particolare per tutte quelle aziende che si stanno avvicinando sempre più alla digitalizzazione.

“Misura ciò che è misurabile e rendi misurabile ciò che non lo è”

Galileo Galilei in questo è stato un grande precursore, colui che ha introdotto un nuovo modo di fare scienza basato sugli strumenti.

Business Intelligence e Business Analytics sono alcune delle strategie che permettono di elaborare una quantità di dati ingente offrendo vantaggi notevoli, mantenendo l’azienda competitiva e migliorando la soddisfazione del cliente.

Di seguito un approfondimento su cosa sono gli analytics, sulla loro importanza ed evoluzione nel corso del tempo.

Evoluzione degli Analytics: excursus sulla loro storia

Prima di addentrarci nella spiegazione del mondo degli analytics, doveroso è chiarire cosa sono gli analytics, in particolare a cosa si riferisce questo termine.

Al di fuori degli esperti nel settore che li vivono e li lavorano quotidianamente, sono davvero poche ancora le persone che conoscono il significato del termine analytics. Con questa parola si chiama l’attenzione verso tutti i software che raccolgono e visualizzano delle informazioni, le quali si rifanno a determinati attività online come:

cosa sono gli analytics

-accessi ad un sito web,

-interazioni con una pagina sui social media,

-funzionamento di un macchinario e così via.

Tutte queste funzionalità oggi si rivelano indispensabili soprattutto quando si tratta di analizzarle per comprendere bene se l’azione intrapresa ha sortito gli effetti sperati.

Con il tempo, abbiamo assistito ad una vera e propria evoluzione degli analytics, una “rivoluzione” dovuta alla disponibilità di molti più dati rispetto al passato. Questo ha permesso e permette tutt’ora una migliore analisi degli stessi, così da comprendere fino in fondo cosa sono gli analytics.

La conseguenza è stata inevitabile: le capacità degli analytics ordinate in descrittive, prescrittive e predittive si sono ampliate includendo l’automazione e inaugurando quindi l’era dell’AI (intelligenza artificiale), in cui il machine learning ha preso il sopravvento, lo stesso capace di gestire i big data in più passaggi.

É qui che si ha un’inversione di rotta importante, è qui che ciò che è certo viene scardinato perché gli analytics, oggi, a differenza del passato, sono diventati un vero e proprio asset strategico, fondamentali per molti ruoli e competenze funzionali.

Con computer più veloci e potenti, le opportunità degli analytics e dell’intelligenza artificiale sono tantissime. Che si tratti di stabilire il rischio di credito, sviluppare nuovi farmaci, trovare modi più efficienti per distribuire prodotti e servizi, prevenire le frodi, scoprire le minacce informatiche o mantenere i clienti più importanti, gli analytics possono aiutare a trovare la chiave del successo aziendale aumentando di gran lunga le probabilità che l’azienda possa divenire nel tempo sempre più performante.

Cosa sono gli analytics: la classificazione dei sistemi di analisi dei dati

Gli analytics proseguono la loro evoluzione ma… da dove sono partiti? Di seguito proponiamo una breve classificazione dei sistemi di analisi dei dati che si divide in: descrittiva, diagnostica, predittiva, prescrittiva.

Analizziamoli assieme questi sistemi!

evoluzione analytics

Descriptive Analytics

Gli strumenti di analytics si dicono descrittivi quando fanno luce sul passato e, se sono di tipo “real time”, anche su quanto sta accadendo nel momento in cui il fenomeno è in corso di svolgimento.

La loro capacità è quella di studiare in modo approfondito gli eventi del passato, cercando di analizzare quelle che hanno apportato benefici e quelle che invece non hanno ottenuto nessun effetto.

Questo perché, comprendendo il passato e avendolo ben chiaro, sarà possibile programmare il futuro.

Ovviamente, per fare tutto ciò, non basta il braccio (macchina) serve la mente (analista) capace di accompagnare la trasformazione in atto.

Diagnostic Analytics

Gli strumenti di analytics diagnostici sono un’estensione di quelli descrittivi che permettono di far luce sul perché. Ergo: dopo aver analizzato il passato, si ricercano le cause di ciò che è accaduto.

Fondamentale è lo studio statistico delle variabili che hanno permesso tutto ciò. Po’.

Predictive Analytics

Analisi del passato, ricerca delle cause ma non solo: predire il futuro is the key!

Con questo si intende stimare cosa succederà in futuro in uno scenario simile a quello passato.

L’obiettivo del prevedere è “comprendere in anticipo” in modo da identificare rischi e opportunità di business.

L’analisi di previsione potrà consentire di applicare svariate operazioni di marketing per comprendere in che direzione si sta evolvendo ad esempio la domanda di determinati mercati e clienti così da progettare un futuro prossimo di attività capaci di arginare l’ostacolo con una semplice mossa predittiva.

Prescriptive Analytics

Analisi del passato, cause, previsione del futuro e poi? Suggerire cosa fare nel caso in cui si verificasse un fenomeno imprevisto.

Questi sono gli analytics in cui si mixa perfettamente la scienza delle previsioni con l’arte del prendere delle decisioni.

Tutto ciò è possibile solo utilizzando enormi quantità di dati eterogenei e modelli avanzati di machine learning. (Gartner suggerisce alcune tecniche vincenti)

Quindi: la macchina prevede e suggerisce. Molte sono già le aziende dove tutto questo accade. Ad es. riconoscere il life time value di un cliente, potendogli proporre l’offerta a lui più adatta, permette di implementare di molto le vendite del prodotto/servizio in questione.

Cosa sono gli analytics: un nuovo modo di fare business

Nel momento storico che stiamo vivendo, la digital transformation sta attraversando tutti i campi, nessuno escluso.

«Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma». Mai come adesso questa legge della conservazione di massa (legge fisica della meccanica classica), assume significato più vero e tangibile.

Ebbene, partendo da questa legge e dall’analisi delle parole utilizzate, si può ben comprendere come parlare di trasformazione equivalga a non distruggere il passato, ma rivederlo e rivisitarlo alla luce del presente, l’unico tempo verbale capace di “far breccia” sul futuro e su ciò che riserva.

big data

Ed ecco che gli analytics e il loro uso in azienda divengono fondamentali per migliorare tutti i servizi digitali, in particolare se si parla di servizi orientati al cliente e alle sue aspettative e desideri.

Le persone al centro, il cliente al centro cambia la prospettiva guidando tutte le attività di marketing messe in campo dall’azienda. Questo perché oggi, nonostante l’implementazione dei dati e delle loro capacità sia fondamentale, lo è ancor di più, a quanto pare per molte aziende, il miglioramento continuo dell’engagement con il cliente, della relazione e fidelizzazione con lo stesso.

Ergo: non solo tecnologia ma soprattutto metodologia per tradurre dati e informazioni al fine della crescita del business. Integrare è innovare e l’innovazione conduce ad una nuova organizzazione migliorando le relazioni con i propri clienti così come l’efficienza dei nuovi servizi. Per innovare, però, serve studio costante e sensibilità al cambiamento da parte del management.

Per tale motivo gli analytics, se ben utilizzati, permettono di estrarre il reale valore e il grande potenziale spesso non visibile nei DB di un’azienda.

Cosa sono gli analytics: conclusioni

Il dato va cercato, trovato, studiato e spremuto sino ad arrivare al succo, perché in fondo la verità sta nell’essenza delle cose, proprio come i dati raccontano la loro solo dopo essere stati scandagliati a sufficienza. Ma chi è che stabilisce quanto e come siano in gradi di farlo?

Sempre e solo l’uomo e la sua capacità di introspezione del dato. Ecco perché sempre più centrale sarà il suo modo di vivere, approcciare alla tecnologia, al nuovo, crescendo con essa.

Forse ti aspettavi un mondo fatto di solo numeri? E invece il mondo degli analytics è principalmente strategia e capacità di ascolto e analisi, quella giusta che porti ad una nuova consapevolezza capace di controvertere l’incontrovertibile. I dati ci riescono, e anche molto bene.

Ci vediamo al prossimo viaggio targato analytics.

No Comments
Post a Comment