Blog

Home / Blog / Marketing Automation  / Marketing Automation Conversion: le altri componenti
Marketing Automation Conversion

Marketing Automation Conversion: le altri componenti

Come promesso, eccoci tornati all’ultima fase della saga sulla “guida alla marketing automation”. Nel nostro ultimo articolo, avevamo iniziato a parlare della fase della convertion, analizzando l’importanza di catturare l’attenzione dei nostri visitatori così da farli atterrare al sito web.

Oggi affronteremo le altri componenti che si rifanno alla marketing automation convertion ossia landing page, form, segmetazione e thank you page.

Approfondiamo assieme tutti i componenti marketing automation convertion. 

Componenti marketing automation conversion: pagina di atterraggio

Marketing Automation Conversion - Landing PageLa pagina di atterraggio è la pagina nella quale si approda dopo aver seguito una CTA (Call To Action).

Il suo scopo generalmente è convertire un visitatore in un contatto.

Attraverso lo scambio con contenuti di valore, il visitatore lascia sulla landing page i propri dati, così che da quel momento in poi si potrà seguire il suo viaggio verso l’acquisto in modo discreto per trasformarlo successivamente in cliente. 

Ma quali sono le caratteristiche di una landing page affinchè possa raggiungere il suo obiettivo? Ecco un elenco: 

  • Chiarezza, sinteticità, tono convincente del contenuto a partire dai titoli.
  • Nessun link di navigazione, per non offrire alternative di distrazione al visitatore.
  • Schematizzazione chiara e intuitiva così da comprendere l’offerta di scambio.
  • Campi della form in primo piano cosìcchè il visitatore possa avere facilità nella compilazione ed usufruire così dell’offerta.
  • Inserimento di un’ immagine evocativa che relazioni l’offerta all’opportunità che rappresenta per il visitatore.
  • Viralizzare la scelta del visitatore tramite i pulsanti di condivisione social.
  • Testimonianze attendibili circa l’utilità della tua offerta (social proof).

Queste caratteristiche consentiranno di avere un maggior numero di conversioni.

Viceversa una landing page poco strutturata, potrebbe ottenere esattamente l’effetto contrario, provocando nel visitatore diffidenza e disaffezione.

Marketing Automation Conversion - form progressivaComponenti marketing automation conversion: moduli di conversione

La conversione di un visitatore si ottiene quando lascerà le proprie informazioni compilando un apposito modulo.

Il visitatore compilerà il modulo in cambio della nostra offerta in termini di contenuti (scarica un e-book), servizi (iscrizione alla newsletter) o richiesta di contatto diretto con l’azienda.

E’ importante che i moduli, in termine di numeri di campi da far compilare e di importanza delle informazioni richieste, siano sempre equilibrati rispetto al contesto e al valore che diamo in cambio.

A seconda dell’obiettivo, la form potrà contenere più o meno campi:

  • per generare un numero elevato di contatti, semplifica al massimo la form e richiedi solo l’ email e il nome;
  • per dare risposte personalizzate a persone molto vicine all’acquisto, molto calde e propense alla conversione, allora richiedi maggiori informazioni per soddisfare meglio le loro esigenze.

Il segreto sta nel rispettare l’equilibrio tra numero e qualità delle informazioni richieste dal modulo.

E’ comprovato a livello statistico che più alto è il numero dei campi richiesti, più bassa è la percentuale di conversione.

In questo la marketing automation conversion da una grande mano attraverso lo strumento e il metodo della profilazione progressiva.

Di fatto, la piattaforma di marketing automation “sceglie” cosa far compilare in base alle informazioni che già possiede sull’utente.

Se non lo conosce in quanto nuovo visitatore, allora nel modulo chiederà solo il suo indirizzo email.

Se questo utente comincia a ritornare frequentemente sul sito, in funzione del suo percorso di visita, il sistema potrà chiedere tramite i moduli:

  • in quale azienda lavora;
  • la sua funzione aziendale;
  • e altro ancora.

Componenti marketing automation conversion: dopo i contatti, la segmentazioneMarketing Automation Conversion - Segmentazione

La prima cosa da fare è raggruppare tutti i contatti sparsi in una sola lista. 

Poi si passa alla prima aggregazione in gruppi utilizzando caratteristiche come area di localizzazione, tipologia del cliente, l’offerta alla quale sono interessati, a chi fanno riferimento in azienda, etc..

Questa operazione di segmentazione è importante perché permette di definire una strategia specifica di marketing per ogni gruppo di contatti “simili”.

Importante è mettere in relazione i gruppi con le buyer persona che identificate per rappresentarli, e con il livello del canale di vendita in cui si trovano.

In questo modo le azioni di marketing adottate saranno certamente efficaci. 

Componenti marketing automation conversion: ringraziare è un must 

Marketing Automation Conversion - thank you pageLa thank you page assolve principalmente allo scopo di far accedere il contenuto al visitatore che ha compilato il modulo di conversione, oltre che ringraziarlo.

Perché la thank you page faccia bene il suo lavoro, bisogna che:

  • la pagina dia accesso chiaramente al contenuto promesso;
  • far seguire una email di follow up in cui è richiesto di confermare il processo di accesso tramite un link nella email stessa, che consentirà di verificare la veridicità dei dati lasciati dal visitatore;
  • dare istruzioni semplici da seguire e funzionali a semplificare l’accesso ai contenuti;
  • esortare il visitatore a fare un altro passo avanti nel processo di conversione;
  • permettere la condivisione del momento positivo di conversione tramite il collegamento ai social network;
  • consentire al visitatore di tornare indietro, se non è convinto, tramite un apposito link.

Dopo aver catturato l’attenzione del visitatore e averlo trasformato in potenziale cliente, la premessa per la fase successiva di migrazione verso la conversione è la Marketing Automation Education.

Continua a seguirci, i nostri articoli sulla marketing automation approfondiranno sempre più le varie sfaccettature di una disciplina in fieri. un mondo da investigare e dal quale trarre spunti di crescita di business davvero interessanti e affascinanti.

 

No Comments
Post a Comment