Blog

Home / Blog / Customer Service  / I 6 punti per creare un chatbot valido

I 6 punti per creare un chatbot valido

Le FAQ di cui ti ho parlato la volta scorsa è solo una parte degli strumenti che puoi utilizzare per aiutare i tuoi clienti, ce ne sono molti altri. Più strumenti sfrutti, più potrai creare un’assistenza rapida, veloce ed efficiente. Ti ci avrò rimbambito ormai con questo mantra! Tranquillo, non lo farei se non fosse per un buon motivo!

Oggi voglio parlarti dei chatbot, un altro importante strumento che consente ai tuoi operatori di soffermarsi sui casi più complicati e permettono di gestire rapidamente le richieste più semplici.

 

La definizione di chatbot

Nel caso non sapessi di cosa stia parlando, un chatbot è un software che simula una conversazione umana in forma scritta e permettono di gestire rapidamente le richieste più semplici da parte dei clienti, inviandogli articoli oppure svolgendo azioni semplici come il reset della password.

Non sono quindi utilizzati solo da grandi aziende che possono sfruttare potenti intelligenze artificiali, ma anche dalle PMI. Ma ogni chatbot ha bisogno di essere creato correttamente, quali sono i punti da rispettare per creare il chatbot perfetto?

 

6 punti per creare il chatbot perfetto

  1. Deve avere un nome, una personalità e un ritmo di interazione che rispecchi il brand dell’azienda. Ovviamente si deve presentare come bot, il cliente deve essere consapevole che non sta parlando con un essere umano.
  2. Ha bisogno di utilizzare frasi di benvenuto e di ringraziamento, per far sentire a suo agio il cliente.
  3. Deve mostrare fin da subito cosa può fare in ciascuna situazione, mostrando ad esempio 3 o 4 punti pertinenti alla pagina web visitata.
  4. Deve utilizzare messaggi che facciano intendere che stia ascoltando, che è presente, in modo da non rendere la conversazione a senso unico, lasciando il tempo di leggere le risposte.
  5. Per quanto semplice, deve capire se ha sbagliato a rispondere da una richiesta e distinguere diversi concetti e contenuti espressi in una sola frase. Non può quindi essere eccessivamente basilare nella gestione delle richieste.
  6. Deve capire se il cliente ha ancora bisogno di aiuto e se necessario aprire un caso all’assistenza. In questo modo che il passaggio dal chatbot all’umano sia fluido ed immediato, così da poter gestire rapidamente la richiesta.

Ma da dove partire per creare un chatbot? Di cosa hai bisogno? Se sei interessato a settare il chatbot per la tua azienda, contattaci per avere più informazioni sui prodotti e per avere assistenza sulla creazione contattaci cliccando qui!

No Comments
Post a Comment